storie


 

 

“L’io penetra nell’essere e nell’agire,

io assisto in quanto persona quale io sono

(sono stato e posso ancora divenire).

Il fare come il non fare,

 diventano il riflesso speculare

di quello che io sono come persona

e questo produce effetti

nel suo e nel mio mondo”

(da L. Juchli)

 


 

 

 

 

 

 

Premetto che i nomi utilizzati sono di pura fantasia, per preservare la privacy!

 


18/05/2008

LA VICENDA DI LUIGI......

Quello che non deve esistere!!!!!



Circa 15 gg fa, ero in servizio e, verso le 19 arriva in PS con l'ambulanza, il signor Luigi, con la figlia Sandra.
Lui appariva visibilmente sofferente, lei...estrememente preoccupata!
Io, in quel momento, mi trovavo al triage e, come al solito, mi avvicino e chiedo: "cosa succede????".

A quel punto, come se avessi aperto il classico vaso di Pandora...un fiume di parole!!

In sintesi, il signor Luigi affetto da  carcinoma polmonare, in terapia con "Durogesic" e "Lixidol" al bisogno, dalla sera precedente, non trovava pace a causa del dolore acutissimo!

Non basta....per tutto il giorno....i 2 poveretti hanno cercato invano, qualcuno che potesse aiutarli a risolvere il problema, senza trovare nessuno!!!   
Perchè...si sa....il sabato....negli ambulatori...non c'è nessuno!!!!  

Questo è giusto????
Ma che sanità è quella che considera differibile, un problema del genere???

Perchè il signor Luigi ha dovuto soffrire per più di 24 ore e, nelle sue condizioni, ha dovuto imbarcarsi su un'ambulanza, venire in Pronto Soccorso e, alla fine, essere ricoverato.............quando avrebbe potuto risolvere il suo problema....anzi prevenirlo......a casa sua...fra le sue cose, le sue abitudini, i suoi familiari?????  


 

29/05/08

LUIGI è TORNATO!


Stanotte Luigi è tornato........ soffocava!!!! L'abbiamo aspirato....è stato subito meglio!!! La sua saturazione è salita al 97%.......

Sandra piangeva.....aveva negli occhi la disperazione.....nel vedere....la fine, avvicinarsi a piccoli passi!!!

L'ho abbracciata forte....che altro potevo fare???

Luigi è stato ricoverato.....fra qualche giorno, superata la fase critica,  verrà dimesso......

e la trottola continuerà a girare.....fino all'esaurirsi dell'energia che la spinge.....in questa corsa pazza, di dolore!

 

 

 

 

 

24/05/2008

LA STORIA DI KATHRINA 

 


Kathrina, giunge in PS con l'ambulanza, accompagnata dall'automedica per "stato post critico, in crisi comiziali subebtranti, a causa di ectopia corticale".

Ha un piccolo piede equino......il medico del 118, mi dice che è nata prematura..........!

Sembra solo una bambina.....ma ha già 18 anni......ha gli occhi azzurri, uno sguardo dolcissimo....come una carezza che scalda il cuore..... e sorride.

Non capisce una parola di italiano.....ma mi guarda e sorride!!!

E' sola Kathrina.....la mamma è rimasta a casa......non ci sono autobus....la notte!

Vive alla periferia della città.....in una casa senza energia elettrica!

Ha la febbre, le accarezzo la fronte...e sorride!

Non appare spaventata........Kathrina....a 18 anni, ha già conosciuto tanta della tristezza di questo mondo.....!

Eppure ha ancora voglia di sorridere ed è ancora in grado di avvolgere......di dolcezza....tutto ciò....che la circonda!!!

E..con quello sguardo e quel sorriso.....si è allontanata...sola...verso il suo reparto di ricovero!!!

Questa è l'ultima immagine che mi è rimasta di lei......fra i portelloni dell'ambulanza pronti a chiudersi.........

come una tenerissima fotografia......stampata nella mia anima!!!!

 

 

 

29/05/08

 

NICOLO'


Alle 23,30, giunge la telefonata del 118 :" sta arrivando UNA BRUTTA  FRATTURA ESPOSTA DI TIBIA!!! UN INCIDENTE IN MOTO"

Dopo pochi minuti....arriva in PS,  NICOLO'.......19 ANNI....

L'età di mio figlio!!!

Ha la stessa maglietta rossa, con una scimmietta disegnata sul davanti!!!!

Al braccio sinistro porta gli stessi braccialetti di gomma..........

Perde sangue....ha l'arteria recisa, che zampilla come una fontana.....l'osso della gamba sinistra.....completamente fratturato......spunta dalla cute!

Urla di dolore.... Nicolò....è pallido......gli facciamo una morfina!!!

Andrà in Sala.....lo prepariamo...i consulenti si avvicendano......sulla gamba maciullata!!!

"Fatemi dormire!!!!"   

"Sì.....ti faranno dormire.....vedrai tra poco sarà tutto finito......."

Lo accarezzo......ha i capelli mossi...come mio figlio...!!!!

E' sudato e freddo.......trema.....lo copro con una "metallina".

"fatemi dormire!!!"

"presto ti faranno dormire...stai tranquillo"...........ma quel PRESTO......non arriva mai!!!!

Lo distraggo.....parliamo di scuola....e dell'imminente esame di maturità.....proprio come mio figlio!!!!

Ci siamo quasi.....terminiamo i preparativi.......va spogliato........spero disperatamente......che ci sia qualcun altro......con le forbici pronte.....per tagliare....la maglietta rossa!!!

Ma.....manco a dirlo.....non c'è nessuno!!!!

Estraggo le forbici dalla tasca.........tocca a me!!!

"Ok Nicolò...ci siamo......è arrivato il momento....finalmente ti addormentano! Quando ti sveglierai sarà tutto finito"

E lui....con un filo di voce....quasi non volesse ammettere neppure a se stesso....quell'atroce dubbio: "ma...........mi sveglio?????"

Gli stringo forte la mano: "certo che ti svegli!!!"

"Non ci credo mica tanto....!"

"Promesso...........!"

Nicolò sta meglio......l'intervento è perfettamente riuscito, anche se ha rischiato di perdere il piede!!

E' debole.....ha perso molto sangue...ma, si rimetterà!

Non so quanto "della mamma" e quanto "dell'nfermiera", c'era in quei momenti di assistenza........so che ho rivissuto l'incidente di mio figlio e, come allora.....un ruolo si è sovrapposto all'altro!

.....perchè, l'essere infermiera, così come l'essere mamma, entra nel profondo dell'individuo...e quando si "stimbra"....non si cessa di essere infermieri, così come, quando si esce di casa....non si smette di essere madri!!!!

 

 

 

 

 

AVANTI

 

HOME

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!